DRESS CODE: Business Casual

due fashion blogger e i loro outfit business casual

Ipotizziamo che la tua azienda stia organizzando un evento dedicato ai propri clienti più importanti: un aperitivo o un pranzo in piedi che serva a rafforzare i rapporti e a creare e rinnovare sinergie.

In questo tipo di occasioni il dress code perfetto è quello che in inglese si definisce business casual, uno stile del quale si parla molto negli ultimi tempi e sul quale è quindi necessario fare un po' di chiarezza, per evitare di fare brutte figure.

Cos'è il business casual

La donna che veste business casual abbandonerà il classico tailleur gonna o pantalone e opterà ora per abiti più femminili e accessori alla moda, da scegliere però senza perdere di vista il contesto in cui ci si muove, che resta comunque quello lavorativo.

L'abbigliamento deve risultare nel suo complesso comodo e decoroso: sono quindi vietate gonne troppo corte o strette, scollature profonde e spalline sottili, che non permetterebbero di sentirsi a proprio agio in presenza di un cliente importante.

La collezione Primavera/Estate 2015 di Rita si chiama Dress Code: Business Casual ed è stata disegnata e prodotta proprio per rispondere all’esigenza di quelle donne che cercano un abbigliamento formale ma aggiornato, femminile e non troppo rigoroso. E da quest’anno comprende anche una serie di borse e accessori.

Due esempi perfetti di stile business casual

Una moodboard business casual ispirata da un look di Wendy Nguyen

Analizziamo il look della fashion blogger Wendy Nguyen e utilizziamolo come ispirazione per creare un outfit composto da abiti e accessori della collezione Dress Code: Business Casual by Rita.

L'abito corto in pizzo color avorio, senza maniche e con scollo tondo: molto femminile, elegante e sobrio. I pizzi artigianali sono un vanto dell'azienda di Carpi, frutto di una lunga tradizione di famiglia. L'aggiunta di una cintura in pelle sottile completa l'abito ed evidenzia il punto vita.

Il blazer senza colletto, lungo e sciancrato dona all'outfit un tocco formale, senza però renderlo troppo serioso. In fresco lana stretch, è ideale nella mezza stagione; l'orlo posteriore ricurvo è un dettaglio di grande valore sartoriale.

Completano il look una serie di accessori, che qui vediamo in anteprima: sono la grande novità dell'azienda per il 2015 e si potranno acquistare esclusivamente presso il negozio monomarca che aprirà a Modena entro la fine dell'anno.

Una meravigliosa statement necklace in edizione limitata, in georgette di seta decorata con paillettes color rame e nero; un paio di ballerine nere lucide a punta; una clutch in pelle con chiusura asimmetrica e con tracolla a catena staccabile.

Se però non ti senti a tuo agio con la gonna, nulla vieta di scegliere un outfit con pantaloni, come quello ispirato dalla blogger Olivia Jeanette.

Una moodboard business casual ispirata da un look di  Olivia Jeanette

Il top senza maniche bianco è un passepartout per la stagione. In questo caso è impreziosito da una catena intrecciata sul colletto e, sul retro, dalla chiusura a goccia e dal taglio sartoriale asimmetrico con spacchi laterali.

I pantaloni culottes sono il must del 2015, un'ottima alternativa ai classici pantaloni neri. Questa versione in crêpe di seta è certamente la più elegante.

Infine, gli accessori che non possono mancare a qualunque donna in carriera: una maxi bag in pelle, perfetta in ogni momento della giornata, e un paio di T-strap in vernice tacco 12.

La borsa capiente permette di portare con sé anche una bella sciarpa di seta con motivi geometrici e un paio di occhiali da sole vagamente retrò.


Ora che hai  scoperto lo stile business casual, sono sicura che vorrai  saperne di più: su Pinterest trovi una board dedicata e in continuo aggiornamento.

Diventa anche  tu  co-pinner: ti basterà lasciare un commento qui sotto e potrai contribuire allo sviluppo della bacheca.

Cosa aspetti?

Link alla bacheca Pinterest DRESS CODE: Business Casual

| Articolo rivolto ad un target: BUSINESS, come da brief del cliente |

Ogni riferimento a persone esistenti o a fatti realmente accaduti è puramente casuale e frutto di fantasia. Questo articolo è frutto di un'esercitazione scolastica.
Maggiori informazioni disponibili qui (articolo) .per ulteriori informazioni contattare andrea.alfieri@gruppolen.it

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


2 + sette =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>